Come togliere il calcare dalla vaschetta del wc?

Come togliere il calcare dalla vaschetta del wc?

Non è solo importante comprare o affittare la casa dei propri sogni ma arredarla, seguendo i propri gusti e mantenerla perfettamente.

Infatti, per essere realmente gradevole si deve pulire periodicamente, spolverandola, spazzandola, lavandola e mettendo in ordine soprattutto il suo bagno valutando sia l’aspetto igienico che quello estetico.

I servizi igienici vanno usati e lavati giornalmente, tanto che il tutto provoca, col tempo, un accumulo di calcare non solamente nei vari sanitari esistenti, come nel lavandino, bidet, vasca o piatto doccia e nel relativo box, ma anche nella rubinetteria di ogni elemento presente in bagno e nella cassetta del wc.

Questo dilemma nasce sempre ma non vi è una scadenza, un periodo particolare e uguale per tutti.

É certo che si verifica, specialmente se si vive in una zona con acqua dura, vale a dire ricca di calcio ed altri minerali che provocano cattivi aspetti esterni e danni interni, in modo particolare agl’interi sistemi di funzionamento ed ingranaggio che, una volta rovinati operano male e diventano, se non si provvede in tempo, inutilizzabili nell’arco di pochi anni se non pure di mesi.

É importantissimo, per evitare che il tutto scritto si verifichi, pulire innanzitutto la cassetta acqua del wc, togliendo il calcare esistente grazie una buona manutenzione ordinaria che in questa guida si andrà a spiegare come fare.

É bene sapere che il problema di togliere il calcare allo sciacquone del tipo ad incasso Geberit o del genere sospeso Catis, a seconda di quel che è presente in un determinato bagno, interessa a tutti dato che, prima o dopo succede in ogni casa. Vieni a scoprire i migliori gabinetti o i migliori bidet!

É indubitabile che bisogna utilizzare metodi e prodotti efficaci, tenendo conto che per le cassette wc ad incasso l’operazione diviene difficile dato che ogni pezzo, utile per far funzionare perfettamente l’intera struttura, far fuoriuscire l’acqua e pulire il water sia nel momento in cui si usa che quando si lava, si trova all’interno di un sistema particolare, murato nella parete sopra il gabinetto.

Questi tipi di vaschette sono, senza alcun dubbio, molto belle a vedersi, o meglio, i mezzi più ricercati per far scaricare l’acqua nel water, perchè sono a scomparsa, quasi invisibili dato che, in costruzione o quando si ristruttura il bagno, s’incastrano all’interno del muro, tanto che, così ideate risultano adatte ad ogni genere d’arredamento e funzionano con estrema facilità, schiacciando un pulsante plastico, organizzato nella mascherina che chiude l’intero meccanismo utile a raccogliere e far uscire l’acqua quando si richiede.

Bisogna tener conto, seguendo quest’ultima puntualizzazione che, attualmente, in commercio esistono anche modelli più avanzati che prevedono doppi tasti per svuotamenti di media o grande intensità.

Seppur le cassette del wc ad incasso sono esteticamente più gradevoli sono soggette a cattivi funzionamenti creati dal calcare.

Presentano problemi nel momento in cui necessitano di manutenzione e devono funzionare, scaricare e pulire, dato che l’acqua cade da un’altezza inferiore rispetto ai vecchi Catis ed arriva nel gabinetto con meno forza.

Quando si verifica un malfunzionamento si è costretti a sostituire l’intero meccanismo interno, considerando che questa soluzione è molto efficace ma, al tempo stesso, onerosa, visto che un sistema Grohe o Beberit, solitamente costa anche più di 50 euro.

Come pulire il galleggiante geberit? e se perde acqua?

Un’altra maniera per risolvere il problema del calcare è quello di toglierlo, senza dover cambiare alcun pezzo se non è davvero necessario, perchè troppo usurato.
Per evitare che il sistema si danneggi gravemente si deve effettuare una buona manutenzione ordianaria, aprendo la cassetta ed aggiungendo, all’acqua un prodotto utile a sciogliere il calcare depositato dentro il galleggiante e sulle pareti del serbatoio.

Anticalcare per vaschetta wc

Passando sicuramente per le pastiglie anticalcare, si può impiegare il Viakal o altre sostanze mangiacalcare, oppure l’aceto come rimedio naturale.

Super Offerta 31%
Calgon Pastiglie Anticalcare 3 in 1, 30 Tabs
32 Recensioni
Calgon Pastiglie Anticalcare 3 in 1, 30 Tabs
  • Formula 3 in 1: protezione da calcare, sporco e cattivi odori
  • L'uso di Calgon ad ogni lavaggio mantiene la lavatrice pulita e libera dal calcare, così da ottenere il bucato che desideri
  • Ogni pastiglia è confezionata singolarmente per assicurarti una dose precisa, pratica e conveniente
  • Da aggiungere direttamente al detersivo nel cassetto dosatore
  • Raccomandato dai principali produttori di lavatrici

É bene tener conto che i prodotti menzionati sono di sicuro validi ma spesso non utili se il calcare ha raggiunto dimensioni notevoli.
In più, risultano costosi, considerando non solo il loro prezzo ma il loro utilizzo continuo se si vogliono ottenere risultati soddisfacenti, tanto che converebbe sostituire il pezzo danneggiato e non manutenzionarlo.

Si possono comprare sostanze specifiche anti-calcare per le vaschette del wc, per nulla onerosi, come F200 Anticalcare, al prezzo compreso tra i 5 e i 7 euro o, altri prodotti simili che si possono richiedere in qualsiasi ferramenta, particolarmente assortita e specializzata in tutto o ritirare tramite internet se non si vogliono avere particolari spiegazioni che, invece si possono ottenere andando a comprare presso il negozio fisico.

DISINCROSTANTE PER CASSETTA INCASSO
150 Recensioni
DISINCROSTANTE PER CASSETTA INCASSO
  • F200 PROFESSIONAL LINE - FAREN
  • ANTICALCARE DISINCROSTANTE PER CASSETTE AD INCASSO

É bene sapere che F200 è un acido potente capace di disgregare facilmente e semplicemente il calcare, considerando quello recente e il depositato da tanto tempo su ogni elemento in cui passa l’acqua e su tutte le superfici vicine.

Bisogna saperlo utilizzare dato che, contenendo acido cloridrico al 30%, nel momento in cui si apre il flacone che lo racchiude, sprigiona vapori che nuocciono di sicuro alla salute.

Infatti, quando si fa questo genere di manutenzione, il bagno dev’essere particolarmente arieggiato e il volto di chi opera coperto da apposite mascherine di protezione per tutelare l’apparato respiratorio e tutto quel che può danneggiarsi durante l’inalazione di questo prodotto potenzialmente pericoloso, concentrato e poderoso ancor più dell’acido muriatico.

Devono essere usati anche dei guanti non in lattice ma in gomma, abbastanza resistente, dato che F200, oltre ad essere molto tossico quando s’inala, danneggia per contatto, ustionando la pelle.

Bisogna, nella maniera più assoluta, leggere la sua etichetta che indica tutte le norme che si devono seguire per la sicurezza e tutela della salute dell’uomo. In questi articoli invece spiegheremo Come togliere il calcare dal WcCome pulire un bagno

Dopo essersi ben difesi con mascherine e protezioni mani si deve versare metà di quel che contiene il flacone dentro la cassetta colma di acqua, lasciando che il tutto agisca per 5-10 minuti circa, chiudendo la bocchetta d’ingresso dell’acqua e, in ultimo scaricando.

Questa è la soluzione che serve per far sciogliere il calcare presente dentro il sistema di galleggiamento e le relative superfici interne della vaschetta, considerando che se è esistente il minerale calcite anche sul fondo della cassetta si deve eseguire un ulteriore trattamento, dopo aver chiuso l’ingresso dell’acqua e scaricato, versando il restante prodotto del flacone precedentemente impiegato.

L’ulteriore sostanza usata deve agire per 3 minuti circa e, trascorso questo tempo, si deve rimuovere riaprendo l’acqua e scaricando.

Quel che finora si è scritto è ciò che riguarda la manutenzione che necessita la vaschetta del wc da incasso.

Infatti il vecchio Catis, a differenza di questa, non è sensibile al problema del calcare e non ha bisogno di alcun tipo di cure.

Il suo scarico riesce a lavorare perfettamente per tantissimo tempo e la sua eventuale sostituzione non è per niente gravosa economicamente.

Ultimo aggiornamento 2019-05-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento