Gorgoglio Lavandino, il lavandino fa glu glu! Acqua che risale dal lavandino?

Gorgoglio Lavandino, il lavandino fa glu glu! Acqua che risale dal lavandino?

Se il vostro lavandino gorgoglia e l’acqua rimane in superficie senza defluire nello scarico è un evidente sintomo che quest’ultimo è intasato, per cui è necessario intervenire in modo appropriato ed usando prodotti naturali in alternativa a quelli contenenti sostanze chimiche.

Quando è presente il gorgoglio nello scarico del bagno significa che il lavandino e le condotte ad esso collegate sono intasate, per cui la prima operazione da fare consiste nell’usare una ventosa classica (quella di gomma con manico in legno), oppure una di nuova generazione dotata di una maniglia di compressione.

Consulta in questa parte del sito i vari modelli di lavandino d’appoggio per il bagno oppure anche i lavabo a colonna acquistabili su Amazon.

Si tratta in entrambi i casi di un intervento che spesso non fornisce il risultato sperato, per cui come accenno nell’introduzione è necessario ricorrere all’uso di sostanze e prodotti più efficaci.

  1. Bicarbonato di Sodio e Aceto

bicarbonato e acetoPremesso ciò, iniziamo parlando del bicarbonato di sodio e dell’aceto che risultano essere delle sostanze naturali in grado di risolvere il problema, e nel contempo di pulire a fondo lo scarico del lavandino ed eliminare anche i cattivi odori.

Per ottimizzare il risultato con il lavandino senza acqua (rimossa con una spugna), basta versare una buona dose di bicarbonato di sodio e poi aggiungere alcune gocce di aceto senza però creare un composto troppo liquido.

Le sostanze naturali presenti in questi due prodotti per tracimazione entreranno nella condotta del lavandino e fino a raggiungere lo scarico, liberando definitivamente l’intasamento.

Il risultato positivo è dovuto al fatto che il bicarbonato di sodio svolge una leggera ma efficace azione abrasiva e soprattutto disincrostante, mentre l’aceto vanta notevoli proprietà sgrassanti.

Per accelerare la procedura in alternativa a quanto appena descritto, è sufficiente versare nello scarico del lavandino una scodella di acqua bollente con circa 150 grammi di bicarbonato di sodio e 2 misurini di aceto.

Fatto ciò, bisogna coprire lo scarico con l’apposito tappo, e lasciar agire la sostanza per almeno 5-10 minuti. Trascorso tale tempo si può rimuovere il blocco, e con somma soddisfazione constatare che il gorgoglio lavandino iniziale non è più presente e ciò significa che lo scarico non è intasato.

Sturare lavandino soda caustica

Quando il lavandino gorgoglia l’intasamento potrebbe anche essere eccessivo, e quindi l’uso di sostanze naturali rivelarsi infruttuoso. In tal caso non bisogna arrendersi; infatti, è importante sottolineare che sul mercato è disponibile la soda caustica ed in genere è a scaglie o a granuli.

Si tratta di un prodotto che se versato nell’acqua bollente provoca un ribollio che a contatto con la pelle potrebbe causare delle ustioni. Per evitare che ciò accada, è vivamente consigliato di usare dei guanti e proteggere gli occhi e le vie respiratorie con una mascherina.

Super Offerta 4%
SODA CAUSTICA A SCAGLIE
12 Recensioni

Fatta questa doverosa premessa, passiamo alla descrizione della modalità d’uso della sostanza quando l’acqua che risale dal lavandino ci indica che siamo in presenza di un’ostruzione dello scarico.

Per utilizzare correttamente la soda caustica ed ottenere il risultato sperato, bisogna innanzitutto far bollire in una pentola abbastanza grande dell’acqua, dopodiché nel lavandino si versano circa 250 grammi di scaglie di soda caustica. A seguire si aggiunge l’acqua bollente cercando di evitare pericolosi schizzi.

A questo punto conviene coprire l’intero lavandino con una tavola di legno, e lasciar agire il prodotto per almeno 20 minuti. Trascorso tale tempo e sollevando la suddetta copertura, si potranno notare i primi glu glu indicanti che il gorgoglio lavandino iniziale dovuto all’intasamento grazie alla suddetta soda caustica sta sortendo l’effetto desiderato.

Quando l’acqua si è raffreddata del tutto, è sufficiente usare un comune stura lavandino (sempre con i guanti) e notare che defluirà nello scarico normalmente e in un baleno.

A lavoro ultimato, provvedete ad un abbondante risciacquo con acqua fredda per eliminare la patina biancastra che la soda caustica e l’acqua calda hanno generato all’interno del lavandino.

Valvola anti gorgoglio glu glu stop

Oggi la tecnologia avanzata anche nel settore della termoidraulica propone semplici ma funzionali strumenti, atti a risolvere a monte i problemi del classico gorgoglio scarico bagno.

Per fare un esempio, troviamo il modello di sifone antigorgoglio glu glu stop Lira Lia 151001 disponibile sui migliori store online.

Si tratta infatti di una valvola del diametro di 32 mm e di un adattatore da 40 mm, che si può applicare allo scarico tradizionale sia quello del bidet che del lavandino. Il costo si aggira intorno ai 26,00 euro e si tratta per lo più di materiale in Pvc.

SIFONE ANTIGORGOGLIO GLU GLU STOP LIRA LIA151001
  • VALVOLA ANTIGORGOGLIO BAGNOO
  • DIAMETRO 32mm CON ADATTATORE 40mm
  • ADATTO A LAVABO O BIDET

Molti utenti che l’hanno usato poiché spesso si sono trovati alle prese con il gorgoglio lavandino si ritengono oggi soddisfatti della loro scelta, e lo consigliano a pieni voti a tutti colori che sono interessati.

A questo punto è importante descrivere in modo sintetico a cosa serve effettivamente questa valvola anti gorgoglio glu glu stop. In sostanza si tratta di un raccordo che montato sull’ultimo tratto dello scarico, fa in modo che la valvola automatica incorporata lascia entrare nella condotta dell’aria, che contribuisce a far scorrere l’acqua in modo libero e senza gorgoglii.

Infine va sottolineato che la suddetta valvola è consigliabile a priori, poiché si rivela particolarmente funzionale quando dallo scarico per risalita si avvertono sgradevoli odori e fastidiosi rumori (la valvola si chiude).

Rumore dal lavandino del bagno?

Quando il lavandino gorgoglia non significa soltanto che gli scarichi potrebbero essere intasati; infatti, tale fenomeno si manifesta anche quando sono liberi.

La spiegazione in merito è molto semplice. Si tratta di una condizione molto comune specie nei lavandini che dispongono di due vasche e fanno parte di una singola unità di scarico.

Detto ciò, va altresì aggiunto che il gorgoglio lavandino che spesso si rivela anche con un rumore fastidioso specie nelle ore notturne, è dovuto al vuoto d’aria che si crea nella condotta sottostante e che genera un effetto tamburo quando si aprono i rubinetti.

Per risolvere il problema, il modo più efficace è quello di aggiungere al sifone preesistente una valvola anti gorgoglio che riduce l’effetto gong attenuando nel contempo le vibrazioni sonore.

A margine nel caso il rumore sia ancora presente nonostante l’inserimento della suddetta valvola, è opportuno controllare la pressione dell’acqua a monte.

Nello specifico si tratta semplicemente di tenere aperta la chiave d’arresto a circa metà dei suoi giri, e di conseguenza limitare l’afflusso di acqua con un’eccessiva pressione negli scarichi di tutti i sanitari.

Una piccola spesa per l’acquisto della valvola anti glu glu ed alcune accortezze rappresentano dunque il binomio ideale per eliminare il rumore dal lavandino del bagno, e soprattutto non ascoltare più il fastidioso gorgoglio scarico bagno.

Ultimo aggiornamento 2019-06-18 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API